venerdì 2 dicembre 2011

IMMAGINANIMALI


IMMAGINANIMALI
Nulla è quello che sembra

E' un divertissement che noi 'ragazze' di Lettura Candita proponiamo ai numerosi e affezionati visitatori per trascorrere bel tempo assieme fino alla sera del 24 dicembre...
Vorremmo mettere sotto l'albero, come regalo da condividere tutti assieme, un libro costruito da voi, assidui e silenziosi lettori...
L'idea di partenza è un bel librettino che l'anno passato Xosé Ballesteros, direttore di Kalandraka, ha regalato a Eleonora alla Fiera del Libro di Bologna. 
Il libro, in spagnolo, presenta un bestiario un po' particolare. E da queste bestiole curiose vorremmo partire per costruire una nostra versione personalissima.

Giocare è facile:
a giorni alterni troverete un nuovo post dal titolo IMMAGINANIMALI
Nel post troverete il curioso animaletto immortalato nel suo habitat.
A voi spetta il compito di trovare un nome alla povera bestiola. E se vi sentite particolarmente ispirati potete anche tentare una breve descrizione delle sue abitudini e delle caratteristiche che lo definiscono. Nello spazio dei commenti potrete così dare sfogo alla vostra sconfinata inventiva....
Dovrete solo essere un po' assurdi, un po' paradossali, un po' folli, ma questo lo sapete già fare, se vi piacciono i libri per bambini.
Solo per oggi, noi ci limitiamo a darvi un primo suggerimento di partenza per questo rettile.


SERPIERA (pop. cerniente). La Serpiera nasce e cresce nelle zone meridionali dell'Asia. E' un rettile che si sposta lentamente nella folta vegetazione, per  raggiungere i centri abitati e, attraverso i canali di scolo, si introduce nelle fabbriche tessili dove ama fare il nido e riprodursi. Quando, al calar della sera, le operaie lasciano il posto di lavoro, la serpiera si introduce e, tra le stoffe, trova il suo habitat. Si nutre preferibilmente di filo, sintetico o di cotone. Con la luce, di frequente, le operaie la confondono e la cuciono con cura su pantaloni, gonne o vestiti destinati ai mercati europei o nordamericani. 
Niente paura se vi capita di sentire un leggero sfioramento sulla nuca al momento di indossare un capo: potrebbe essere la lingua di una serpiera che vi accarezza il collo per misurarne l'altezza.

4 commenti:

  1. mmm, non lo so...a me questa sembra più una Zip-era: appartiene alla stessa famiglia delle serpiere, me occupa una nicchia ecologica molto più specialistica. E' molto sensibile infatti all'odore delle bugie: quando una persona ne dice molte la Zipera è in grado di seguirne la scia per chilometri, fino a rintracciarla. E' in grado di arrampicarsi sulle gambe delle sue prede senza che esse se ne accorgano e di abbassare le cerniere dei loro pantaloni nei momenti più impensati: sull'autobus, alle riunioni di lavoro, ecc. E' molto temuta da particolari classi di persone, es. i politici.
    ;-)

    RispondiElimina
  2. MOLTO BENE! BENISSIMO, volevo vedere se qualcuno più attento se ne sarebbe accorto che era una ZIP ERA...
    tienti pronta per il prox e nel frattempo spargi voce
    ca e co,

    RispondiElimina
  3. ma... non so, a me sembra più una viperlamp, come molti esseri che conosco che si insinuano e catturano tutto. Nascono ovunque e sono sguscianti, striscianti e soprattutto scattanti famiglia molto grande e non geneticamente modificata.
    Scusami oggi sono un pò acida ma mi piace e mi stimola il gioco e vorrei partecipare. Baci Marina

    RispondiElimina
  4. ACIDO CI PIACE: La condizione dell'umano acido ne testimonia l'esistenza in vita! E al giorno d'oggi anche questo conta...
    a la prox
    ca e co.

    RispondiElimina