mercoledì 11 gennaio 2012


1, 2..14 PANINI ALL'ARANCIO



Questi panini hanno accompagnato una lettura fatta a Ponteponente, la libreria romana dove vado a leggere ogni giovedì per Altrondo-La tana dei piccoli lettori. Va da sé che tutto ruotava intorno all'arancio, a partire dalla fiaba che abbiamo letto (Le tre melarance) fino al bellissimo libro di Richard McGuire 1,2...14 arance -The orange book, edito da Corraini. 

 
Sono stati una meritata merenda per quei bimbetti così attenti e affezionati. Se non avete una libreria che vi ospita e non li volete condividere con giovani e voraci lettori, potete provarli a colazione, in solitudine, nel silenzio e nella tranquillità della vostra cucina...ma non vi divertirete certo quanto ci siamo divertiti noi!

Ingredienti:
600 gr di farina 00
350 gr di succo di arancia
la scorza grattugiata di una arancia biologica
100 gr. di gocce di cioccolato fredde fredde da 1 ora passata nel congelatore
40 gr di miele di castagno
12 gr di lievito di birra (pfui!) o 150 di lievito madre
50 gr di burro
1 pizzico di sale
olio extravergine di oliva

Per la laccatura:
un uovo sbattuto con un goccio di latte

Setacciate la farina sulla spianatoia e mettetela a vulcano. Nel cratere versate il succo d'arancia filtrato (deve essere tiepidino, un po' sopra i 20°, il lievito, la scorza e il miele. Mescolate il tutto. Quindi aggiungete il sale e il burro che deve essere morbido. Lavorate con cura, quindi unite le gocce di cioccolato che devono essere ghiacciate perché non si sciolgano nella lavorazione. Fate tanti pezzetti di impasto del peso di 40/50 gr ciascuno. Formate delle palline e appiattitene il fondo e quindi appoggiatele sulla teglia foderata di carta forno. Così disposti, spennellate i panini con l'uovo battuto e il latte e lasciateli lievitare per almeno mezz'ora (devono diventare delle belle e floride pallette). Cuoceteli in forno a 180° per 20-25 minuti.



Carla

2 commenti:

  1. sembrano deliziosi. Li preparerò senza dubbio per la mia bimba. Li hai sperimentati già col cioccolato?

    RispondiElimina
  2. Sì, con le gocce di cioccolato fondente. Fai solo molta attenzione che lavorando il pane, loro con il calore delle mani si sciolgono e striano l'impasto. Tienile fino all'ultimo secondo in frigo o addirittura in freezer... fammi sapere
    carla

    RispondiElimina