venerdì 30 agosto 2013

LA BORSETTA DELLA SIRENA (libri per incantare)


ORSI ALL'OPERA

Una canzone da orsi, Benjamin Chaud
Franco Cosimo Panini 2013


ILLUSTRATI PER PICCOLI (dai 4 anni)

"Chi dice ape dice miele, questo Orsetto lo sa bene, e ...hop hop hop decide di seguirla."

E così al principio dell'autunno un tranquillo letargo con Papà Orso che ronfa e Orsetto sulla sua pancia a fargli caldo si trasfoma in un'avventura che vede Orsetto con il naso per aria inseguire quell'ape che ronza fuori tempo massimo e Papà Orso che lo insegue. 


Il problema è che l'ape conduce i due plantigradi in un contesto un po' insolito per loro: una grande città piena di traffico, con motorette e autobus pieni di gente e macchine che sfrecciano da sinistra a destra e da destra a sinistra. Ma il suo viaggio prosegue in un gran teatro dove sta per andare in scena lo spettacolo. Lungo la scalinata piena di gente elegante ora si aggira un Orso per l'occasione in sciarpa banca e tuba e un Orsetto molto assorto per non perdere le tracce dell'ape che, lui ne è certo, lo porterà dritto al miele...


Tutto è predisposto sul proscenio. Le ballerine si scaldano nei corridoi prima di andare in scena, attrici al trucco, macchinisti alle corde delle scenografie, elettricisti all'illuminazione.
Lo spettacolo comincia: orchestra, cantanti e pubblico sono al loro posto, ma Papà Orso irrompe attaccato al lampadario. Questo è un fuori programma e un silenzio glaciale cala sulla scena. Sarà per i fari puntati su di lui, sarà l'atmosfera o lo sguardo di tutti gli spettatori su di lui, fatto sta che Papà Orso intona la sua canzone da orsi, per la precisione quella che gli cantava la mamma per farlo addormentare. 


Ed è a questo punto che qualcuno capisce che quello in scena è un orso in carne, ossa e pelo! Il parapiglia che ne segue vede tutto il pubblico squagliarsela alla svelta tra urla e spintoni. Nel silenzio due sole zampine applaudono...


Un illustrato grande grande che racconta una storiellina piccola piccola e suggerisce un gioco per i giovani lettori che debbono cercare l'Orsetto e la sua ape nelle pagine molto ricche di personaggi e oggetti. Il bosco al pari della metropoli e del teatro sono sfondi di convulsi viavai: dai cinghiali, dalle volpi e dai tassi si passa ai taxi, agli autobus ai tavolini di un affollato ristorante.
Allo stesso modo la gamma cromatica del bosco, con i toni di verde e marrone delle prime tavole si prolunga anche nelle successive dedicate alla città e al teatro, come a dire che bosco e città sono luoghi di grande caos...
Benjamin Chaud, già conosciuto per alcuni illustrati pubblicati da Zoolibri e per la serie francese di Pomelo, un tenero elefante, pubblicato da Albin Michel (in Italia con De Vecchi) è giovane illustratore francese di grande spirito e ne sono una prova i mille particolari buffi che sono disseminati ovunque in queste grandi illustrazioni.
Qui il booktrailer dell'edizione portoghese di questo bel libro.
video

Carla

Nessun commento:

Posta un commento