venerdì 14 marzo 2014

FUORI DAL GUSCIO (libri giovani che cresceranno)


METAFISICA DEI CAPELLI ARRUFFATI


Ancora Isol, fortissimamente Isol, questa volta per un illustrato dal gusto molto personale. In Segreto di famiglia c'è una bimba che all'improvviso scopre il vero volto, anzi la vera capigliatura della mamma. La notte, non si sa come, trasforma gli adulti, ma non solo loro, in creature scarmigliate in cui è difficile riconoscere l'ordine diurno. La nostra bimba prima scopre che la madre, di giorno pettinata a dovere e ben truccata, è in realtà un porcospino, con i capelli che vanno in tutte le direzioni; poi il suo mondo di certezze crolla definitivamente quando va a dormire dall'amichetta Elisa e scopre che tutta la sua famiglia, di prima mattina, diventa un'orda di arruffatissimi e sonnolenti orsi.



Da questa breve storia si possono trarre alcune interessanti considerazioni; buon consiglio per tutti i bambini/e, non spiate dal buco della serratura, non alzatevi troppo presto, potreste incontrare i vostri genitori prima che prendano forma umana. Secondo, consiglio non richiesto alle mamme: basta un niente e il castello della presentabilità se ne va in frantumi. Tutte le mamme che la mattina portano a scuola i bimbi, ben attente al loro apparire, sappiano che basta davvero poco perché i pargoli disvelino la messa in scena. In realtà siamo tutti dei poveri porcospini, o orsi o qualsiasi altro essere arruffato, che affronta una nuova difficile giornata.
Questo breve racconto illustrato, di qualche anno fa, guarda con simpatia alle metamorfosi che la vita sociale ci impone e usa lo sguardo infantile per svelarne l'inganno, si sorride degli sforzi quotidiani per trasformarsi da animali selvatici in esseri civilizzati, ma senza cattiveria. Al termine del libro, si invitano i piccoli lettori a giocare con le immagini ferine della propria famiglia.


Chi non ha vissuto l'esperienza traumatizzante del vedersi allo specchio di prima mattina?
Per quanto mi riguarda da tempo mi guardo con molta cautela, e mi sento ben rappresentata dalla meravigliosa Mafalda di Oggi mordo. D'altra parte, potrei dire, che quei capelli ingarbugliati corrispondono perfettamente al garbuglio dei pensieri.



Eleonora

Segreto di famiglia”, Isol, Logos 2014

2 commenti:

  1. Mmmhhh...questa volta non sono convinta. Chi meglio dei bambini sa da sempre come sono le mamme (e i papà) appena svegli e in ogni momento della giornata? E il bello è che non gliene frega niente! Mio marito un giorno si è tagliato lo storico pizzetto. A me, che in 10 anni che lo conosco non l'avevo mai visto senza barba, sembrava un'altra persona. E i bimbi, quando sono tornati da scuola....non se ne sono neanche accorti!! Quando gliel'h fatto notare hanno detto "Ah, si, è vero!" e poi sono tornati ai loro giochi. Viva la sostanza!
    E sui pensieri ingarbugliati....per quanto mi riguarda, la mattina i miei sono per fortuna piuttosto distesi....il problema è la sera!! Mi auguro che per te, allora, sia il contrario! Buona giornata e grazie, come sempre, di questo bellissimo blog.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara amica, non credo che il senso del libro volesse essere quello che indichi. Isol, con molta ironia, ma anche tenerezza, sottolinea la differenza fra l'immagine che noi adulti mostriamo al mondo e quella che si affaccia quando usciamo dal ruolo; è cosa ben diversa e verissima; tante volte ho notato l'imbarazzo delle mamme o dei papà quando i bimbi raccontavano, senza alcuna malizia, il loro stropicciamento mattutino, o altri momenti di verità. Quanto ai garbugli mentali, non sono sempre negativi...grazie per l'attenzione con cui ci segui! Eleonora

      Elimina