giovedì 26 luglio 2012

LA BORSETTA DELLA SIRENA (libri per incantare)


SOTTO L'OMBRELLONE

PER UN FILO DI FUMO, Valentina Romeo, Sara Gavioli
Biancoenero, 2012


NARRATIVA PER GRANDI (dai 10 anni)

"Arrivata ai piedi dell'albero vide che la scaletta era stata tirata su, quindi qualcun altro del Club era arrivato prima di lei.

Gridò la parola d'ordine: 'Sarà una lunga estate!'

Da sopra una voce rispose: 'Sarà lunga e calda!'

La scaletta si srotolò fino a terra.
Sara salì con la rapidità di un'acrobata.
Lei era la sportiva del gruppo."


Ricordo le lunghe estati passate a leggere i gialli dei ragazzi editi da Mondadori con Nancy Drew e i suoi amici...che bello era.
Quello che suggerisco oggi è un libro molto diverso da quelli che leggevo io più di quarant'anni fa sotto l'ombrellone, ma con quelli condivide lo stesso gusto: un giallo ben costruito senza pretendere di essere Agatha Christie, con un gruppo di personaggi che attraversa l'intera serie e che ha come scopo quello di svelare ogni volta un mistero diverso.
Il caso che si presenta al Club della giovane estate è già raccontato in copertina: dal comignolo della villa sulla collina esce un filo di fumo. Beh, che cosa c'è di strano? La villa è disabitata da anni...
Con i migliori ritrovati della tecnologia, un generatore di suoni e un captatore acustico, le tre ragazzine del club e una new entry, il fratello minore di una di queste, armate di un po' di sventatezza e di molto coraggio, partono alla volta della collina, per svelare il mistero di quel fil di fumo...io lo so ma non lo dico.

Un piccolo giallo, piacevole lettura estiva, che non è solo piacevole per la storia in sé , ma lo è anche e soprattutto per come è scritto. Sulla quarta di copertina si legge che abbiamo in mano un libro ad alta leggibilità, il che vuol dire un carattere tipografico più chiaro, pause tra un paragrafo e l'altro (nel breve brano citato, le ho mantenute) e in ultimo la carta color crema, perché il bianco ...spara!
Questa casa editrice ha fatto dell'alta leggibilità la sua bandiera che sventola sempre più in alto. Nati con il preciso intento di colmare un colpevole vuoto editoriale, i libri di Bianconero si distinguono per sensibilità, visto che si rivolgono ad una popolazione di leggenti con difficoltà, ma questa loro caratteristica che, va sottolineato con chiarezza, pur giocando sulla semplificazione non influisce sulla qualità, li rende amati anche a lettori più semplicemente pigri, che di solito sono la gran parte.
Sotto l'ombrellone, nelle rare pause tra un tuffo e un bagno, o sull'amaca in giardino, o camminando lungo sentieri in salita o anche sul balcone di casa con i piedini in una bacinella sognando di essere alle Hawaii, fate buona lettura!

Carla
Noterella al margine. Andate nel sito e sfogliate il ricco catalogo di Biancoenero


3 commenti:

  1. Complimenti per questo blog!

    Anch'io passavo le estati leggendo i gialli per ragazzi mondadori, e quando ne è stata sospesa la pubblicazione ci sono rimasto di un male... Ancora adesso mi mancano!

    E' andata a finire che trent'anni dopo, oltre ad aver completato la collezione della mia serie preferita (comprando i numeri mancanti ai mercatini dell'usato o via internet) ne ho scritto uno io (ora autopubblicato)!

    I ragazzi d'oggi (tranne mio figlio ovviamente) non conoscono il giallo, preferiscono il fantasy, anzi... il fentasi!

    RispondiElimina
  2. Caro prof
    non perdere le speranze, il fentasi sta lentamente perdendo il suo esagerato interesse, Hobbit permettendo.
    Se hai voglia facci sapere quanti anni ha tuo figlio e gli consiglieremo altri titoli. Devi sapere che una delle mie compagne di blog ha una passione per il genere giallo e quindi, facendo la libraia, è in grado di monitorare le nuove uscite in tempo reale...
    e dacci un po' di indicazioni in più per andare a scovare il tuo giallo...
    buon natale da lc

    RispondiElimina
  3. Grazie! Buon natale anche a te e a tutti i lettori.

    Mio figlio ha 10 anni e una passione per i gatti (Gatto Fantasio e Warrior Cats sono le sue letture preferite).

    E per i nostalgici dei gialli dei ragazzi ecco il mio ultimo esperimento:

    http://teladoiolanarrativa.blogspot.it/2012/11/erba-alta_5.html

    RispondiElimina