venerdì 9 gennaio 2015

FAMMI UNA DOMANDA


A SPASSO NELL'UNIVERSO


Per cominciare l'anno sotto il segno della complessità, vi propongo due testi, molto diversi fra loro, che riguardano i misteri del cosmo. Entrambi, e in modo diverso, innovativi, rischiano di essere sottovalutati nel reale contenuto divulgativo.
E' il caso anche di Professor Astrogatto e le frontiere dello spazio, del fisico Dominic Walliman, che ha curato i testi, e dell'illustratore Ben Newman: il fatto che a guidarci ai confini del cosmo sia un simpatico e loquace gattone non rende l'argomento più facile.
Il felino-professore guida il giovane lettore o la novella scienziata dalle origini dell'universo fino alle più recenti esplorazioni dello spazio profondo, accennando, ed è già tanto, ai quesiti più attuali, compreso quello su una possibile forma di vita diversa dalla nostra, in qualche lontano angolo dell'universo.


Anche qui, come in altri casi, testo e immagine si integrano a vicenda, rendendo comprensibili anche argomenti decisamente complessi.
L'editore inglese Flying Eye Books indica una fascia d'età fra i 7 e gli 11 anni; in realtà, mi sembra che questo testo richieda la presenza, per i più giovani, di un adulto capace di mediare i concetti più difficili; e questo costituisce forse un limite per un testo davvero interessante. L'impaginazione, il ruolo dell'illustrazione, agli occhi del genitore alla ricerca di testi pieni di 'risposte', lo fanno sembrare un libro per piccoli, mentre in realtà la sintesi con cui sono esposti gli argomenti e la complessità dei medesimi ne fanno un libro da 'grandi', ovvero ragazzini/e che abbiano già incontrato sulla loro strada stelle e galassie.
Gli argomenti si sviluppano partendo dal big bang, per arrivare alla nascita di stelle e galassie; si parla di sistema solare, di costellazioni, di telescopi e navicelle spaziali, fino ad arrivare ai confini del mondo e della nostra conoscenza.
Sul sito dell'editore italiano Bao Publishing è possibile sfogliare alcune pagine.
 

Ma se questo non bastasse ai nostri Newton del futuro, vi segnalo un altro testo significativo, pubblicato dal National Geographic: Alla scoperta del cosmo, di Mark Garlick, astronomo, divulgatore e illustratore. L'impianto del volume, di primo acchitto, sembra del tutto tradizionale, anche se ad un notevole livello di approfondimento. In realtà questo libro è un ibrido: le illustrazioni create dall'autore, fatte per mostrare l'invisibile o quello che ancora non si è visto, sono realistiche, ma consentono, attraverso una app scaricabile, di vedere numerose animazioni. E poi, dato il livello di approfondimento, esplora lo spazio poco frequentato di un pubblico di giovani lettori/lettrici che non si accontentano più di pop up e spiegazioni più o meno sintetiche, ma non sono ancora in grado di affrontare la divulgazione per adulti. 

 
Se volete sapere qualcosa di più di stelle, nebulose, galassie, novae nane o stelle rs cvn, questo è il libro per voi. Ancora una volta, l'aspetto esteriore e una lettura superficiale di queste pagine ricchissime, possono penalizzare una bella ricerca sul piano della divulgazione, che cerca positivamente di coniugare tradizione e innovazione.



Eleonora

Professor Astrogatto e le frontiere dello spazio”, D. Walliman e B. Newman, Bao Publishing 2014.
Alla scoperta del cosmo”, M. Garlick, National Geographic 2014


1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina