domenica 4 dicembre 2011

IMMAGINANIMALI

IMMAGINANIMALI II - Nulla è quello che sembra

Ecco a voi il secondo curioso animaletto, direi notturno.


Per le regole del gioco e per vedere le precedenti puntate, cliccate nella colonna qui a destra SULLA LETTURA... all'etichetta immaginanimali. Le vostre sapienti risposte le trovate nei commenti ai singoli post.

7 commenti:

  1. è un esemplare di tiragufò. può essere pericoloso: dalla coda a vite - simile a quella dei maiali, ma più funzionale ed evoluta in senso ergonomico - può espellere dei proiettili in sughero. Chi ne viene colpito si sposa entro un anno. Vive spesso a carico dei someliers, che lo portano - a mo' di marsupiali - entro apposite tasche ricavate nei loro grembiuli. Beve solo vino, con particolare preferenza per quello che sa di tappo.

    RispondiElimina
  2. Ottimo!! Cin, cin e alla salute tua, caro anonimo lettore, delle blogger e del tiragufò! Mi pare giunto il momento di festeggiare, inserendo il nuovo esemplare di...

    RispondiElimina
  3. Trivetta: animale predatore parassita tipico delle regioni desertiche con pungiglione perforante elicoidale. Uccellaccio del malaugurio: quando lo si vede comparire all'orizzonte si paventano anni di carestie, guerre, povertà. I suoi escrementi acidi che desertificano i terreni fertili e inquinano i mari sono temuti più delle cavallette. Eppure la trivetta si trova anche, coccolata e vezzeggiata, nei salotti bene delle nostre città, dove il suo sguardo rapace e crudele, sa fingere dolci occhioni da cucciolo e il suo stridulo gracchiare muta magicamente in allegro tintinnio. "Come di moneta sonante, o canto di sirena" lo descrive chi l'ha ascoltato.

    RispondiElimina
  4. Luccichino occhibelli è un esemplare giovanissimo di barbagira. Animaletto affettuoso ma un pò freddo. Non emette suoni ma al chiaror della luna si amina e si mette a stantuffare riflettendo la sua ombra sulla scia luminosa della luna. Basta che inizia uno e tutti gli altri lo seguono. E' difficilissimo vederli ma quando succede.......
    Baci Marina

    RispondiElimina
  5. Barbagira, ma certo. E che emozione vederli tutti volare con suono soffuso contro la luna...brava

    RispondiElimina
  6. STAPPALLOCCO:
    Animale notturno, gode di un sonno profondo quando il sole è alto.
    Il maschio abbandona il nido al tramonto e fa ritorno alla cova al mattino con volare stentato.
    Potete udire il suo tipico verso HIC HIC soprattutto nella stagione fredda(dicembre-gennaio). Appostatevi la notte di Capodanno in una zona boschiva (in silenzio e con rispetto) e potrete riconoscere un suono lontano...PRRRRRRRROOOOOSIT (ragazzi! lo Stappallocco si sta riproducendo!!!)

    RispondiElimina
  7. Molto giusto, ma non dimenticare, cara beatrice, che lo stappallocco - è risaputo anche in ambito scientifico - è uno dei 'volatili' più temuti in alcune parti della Toscana, in particolare nel Chianti. Si nutre infatti quasi solo di uva e suoi derivati, meglio se di buona annata.

    RispondiElimina