martedì 2 luglio 2013

LA BORSETTA DELLA SIRENA (lbri per incantare)


I numeri, Gli opposti, I colori, Le forme, Xavier Deneux
La Margherita, 2013

ILLUSTRATI PER PICCOLISSIMI (dai 2 anni)


"Un pagliaccio, due ruote, tre lumachine, quattro bolle, cinque macchie..."


"Quadrato, rotondo, bianco, nero, alto, basso, pieno, vuoto, in gabbia, libero"



Quattro librotti quadrotti, dagli angoli smussati, bianchi con una copertina 'in bassorilievo'.
Pubblicazione decisamente per piccolissimi, finalmente!
Arrivati direttamente dalla Francia (edition Milan) questi quattro titoli sono parte di una collana più ampia pensata per i lettori piccoli piccoli.
Disegno molto leggibile e di forte impatto grafico, tondeggianti e rassicuranti le forme, colori pieni e primari, queste sono le caratteristiche comuni dei primi quattro numeri della collana. Ma il loro ulteriore pregio sta nell'uso tattile che un lettore giovanissimo può farne tenendoli in mano e facendo scorrere il dito sulle superfici che si modificano pagina dopo pagina.


Nel libro I numeri, per esempio, la parte in rilievo sulla pagina di sinistra è fatta da diversi dischetti di cartone che segnano in rilievo il particolare cui allude il testo: due ruote, quattro bolle, otto pulcini. E inoltre i dischetti in rilievo si vanno a incastrare perfettamente nel numero grande che invece è in bassorilievo sulla pagina di destra.


Analoga soluzione compare anche negli altri tre titoli, dove la scala del gatto in rilievo combacia con la grande buca che ospita la talpa, o ancora l'ovale di un dirigibile si inserisce perfettamente nell'ovale del nuvolone in primo piano nella pagina accanto o i castelli sono perfetti riempitivi dei buchi corrispettivi della figura del quadrato.
Un libro che è già comunque molto visuale, per forme e colori diventa immediatamente un libro tattile.


Molto carini tutti e quattro, ma decisamente meglio riusciti sono I numeri. Anche il grado di difficoltà sembra crescente, laddove dopo il facilissimo I numeri, vengono a seguire I colori (il meno riuscito a mio giudizio perché non sempre così stringente è il nesso tra la pagina di sinistra e quella di destra), quindi i più 'complessi' Le forme, dove queste ultime non lasciano deroghe alla precisione geometrica e Gli opposti che richiede una competenza di lessico e di logica già da più emancipato lettore.


Carla

1 commento:

  1. Bella questa tendenza sempre più in voga di superare il classico libro tattile con questo concetto del positivo-negativo. Un bel prodotto editoriale.

    RispondiElimina